Al via oggi a Perugia, presso il Golf Cub di Santa Sabina, la 18ª Edizione della Bizzarri Golf Cup, la kermess sportiva che, dopo un anno di fermo pandemico, riparte con l’entusiasmo di sempre.

Leggere un green è come leggere i caratteri microscopici di un contratto. Se non lo fate con la massima attenzione, probabilmente vi troverete nei guai.
(Claude Hamilton)

di Silvia La Penna

Un percorso ad ostacoli, una sfida con sé stessi prima e con coloro che condividono uno stesso momento, con l’obbiettivo di dimostrare quello che si è in grado di fare, un traguardo da raggiungere e la soddisfazione di aver dato il meglio di sé. Sembra filosofia o un aforisma di qualche antico condottiero sul senso della vita, invece è la risposta più ricorrente di un giocatore alla domanda “cosa è per te il golf?”.

In realtà la definizione più stretta di questo sport la riassume Costantino Rocca, professionista italiano, che alla medesima domanda risponde: “Semplice: è una lezione di vita, perché ti insegna il rispetto per la natura e per l’essere umano: il tuo avversario”.

Il campione italiano, insieme a tanti altri “nomi forti” del panorama golfistico internazionale, è stato ospite più volte della Bizzarri Golf Cup una manifestazione fortemente voluta da Marco Bizzarri, presidente della BIZZARRI SRL di Foligno, azienda attiva nel campo dell’arredamento e forniture per supermercati che, della sua passione, ha fatto un evento ad oggi punto di riferimento nel panorama nazionale ed internazionale. L’evento sportivo rappresenta innanzitutto un incontro fra persone innamorate di questo “lifestyle”, che raggiungono il Golf Club di Perugia per partecipare alla kermesse che vede quest’anno le 18 primavere, e come sempre, ha la volontà di unire sport, arte, cultura, convivialità e attenzione alla promozione del territorio.

Non solo competizione sportiva… infatti, come accade negli ultimi anni, anche quest’anno il manifesto è stato realizzato da un artista. L’opera scelta per la stagione sportiva 2021 porta la firma del perugino Minestrini Fausto.

LA GARA – Regolamento e formula di gioco

36 buche medal scratch e pareggiata per la prima e la seconda categoria.

36 buche lordo stableford per la terza categoria.

Si qualificano al 2° giro i primi 88 giocatori della classifica generale lorda, fatti salvi i primi 8 lordi di terza categoria. In caso di parità, per la qualificazione al 2° giro, si procederà a un confronto degli score sulle ultime 9, 6, 3 buche e, infine, sull’ultima buca dello score del campo. Perdurando la parità si confronteranno gli score, buca per buca, partendo dalla 18 dello score del campo e, se necessario, si procederà al sorteggio

IL PROGRAMMA

Venerdì 11 giugno: Gli iscritti alla gara di 3ª categoria dovranno presentarsi al tee di partenza della buca 1, secondo l’orario a loro assegnato. In mattinata si svolgerà la Pro-Am memorial Fabrizio Prato con i maestri umbri.

Sabato 12 giugno: 1° giro e qualifica per 1ª e 2ª categoria. Concluso il giro viene effettuato il taglio. In serata verrà pubblicata la lista dei giocatori ammessi alla giornata successiva.

Domenica 13 giugno: Partenza Shot Gun alle ore 9:00. Arrivo previsto alle ore 14:00. A seguire si disputerà la finale del Driving Contest alla buca 10. Durante il pranzo offerto dallo sponsor agli iscritti al torneo, avrà luogo la premiazione.